49897207_377095116187294_5248332607011160064_n (1)

Disponibile nei principali store digitali e già nella classifica top 200 di iTunes nella prima settimana di uscita, “Come fosse niente”, il singolo dell’ artista veneto Riccardo.

Riccardo Salvador è un ragazzo di 17 anni e vive a San Vendemiano, in provincia di Treviso. Frequenta il quarto anno al liceo scientifico “G Marconi” di Conegliano e la sua più grande passione è la musica; canta infatti da quando era piccolo e all’età di 12 anni ha intrapreso un corso di canto con un’insegnante, terminato a giugno 2018.

Il suo interesse per il canto gli è stato trasmesso dalla nonna paterna, mancata da poco, che è stata per lui la più grande figura di riferimento e che lo ha motivato ed incoraggiato ad inseguire il suo sogno coltivando giorno per giorno la sua passione.

Ha sempre sognato di fare del canto il suo lavoro ma allo stesso tempo coltiva anche altri interessi. Questo lo deve all’educazione che ha ricevuto dalla sua famiglia che ad oggi sente di ringraziare sia per sostenerlo a seguire la sua passione ma anche per averlo cresciuto facendogli capire che nella vita sognare è importante, anzi fondamentale, ma che è altrettanto importante avere progetti alternativi al nostro più grande sogno qualora non dovesse realizzarsi. Gli piacerebbe infatti intraprendere in seguito all’esame di maturità un percorso universitario di architettura con specializzazione in interior design. Nel tempo libero invece lavora nell’azienda di famiglia insieme ai fratelli che da poco si sono affiancati ai genitori.

Nell’ottobre del 2017 ha partecipato ad un casting per una casa discografica di Milano, la “Rosso al Tramonto” (direttore discografico Antonio Salvati) con la quale ha in seguito iniziato una collaborazione e che ci tiene a ringraziare per la professionalità con la quale lo sta seguendo.

Credeva di non riuscire a passare in quanto è una persona che tende a non essere mai soddisfatta di sé fino in fondo e proprio per questo pretende sempre di più da se stessa, ma questo lo motiva a migliorare sempre di più e ad avere sempre un obiettivo da raggiungere. L’esperienza che ha intrapreso con questa casa discografica lo sta aiutando molto sia dal punto di vista morale che dal punto di vista artistico; se fino ad un anno fa era una persona che non credeva molto in se stessa, ora può dire di essere molto più consapevole e felice di tutto ciò che è riuscito a raggiungere finora.

Grazie a questa collaborazione ha avuto l’opportunità di conoscere Luca Sala, il quale, in seguito ad una loro conversazione in cui Riccardo gli ha raccontato di un periodo difficile della sua vita e che lo ha segnato particolarmente, che coincide esattamente con la sua infanzia durante la quale è stato vittima di bullismo, è riuscito a cucirgli addosso una canzone che rappresenta in modo esemplare la situazione che ha vissuto. Questo brano, “Come fosse niente”, significa per Riccardo qualcosa di davvero importante proprio perché parla di una condizione che per anni ha influenzato la sua vita; se prima si vergognava a parlare di ciò che ha passato ora è proprio da questo che derivano la voglia e la forza di andare avanti senza farsi influenzare dal pensiero altrui nei suoi confronti. All’inizio era un po’ preoccupato pensando al fatto che una volta che la canzone sarebbe stata pubblicata le persone avrebbero conosciuto il suo passato, ma ora pensa che trasformare una sua esperienza in musica possa essere d’aiuto per le persone che hanno passato o che stanno passando un momento come quello che ha passato lui.

A dicembre 2018 ha partecipato tramite la “Rosso al Tramonto” ad un concorso canoro a Milano, insieme ad altri artisti, che vedeva come giuria Tony Vandoni, Maurizio Caridi, Antony Pasquale e Alessandro Bentivoglio, dove ha avuto l’onore di incontrare grandi artisti, che erano ospiti quella sera, come Bobby Solo e Marco Masini. E’ stata un’esperienza che lo ha particolarmente arricchito vista anche la causa per cui è stato organizzato questo concorso (Memorial io sto con Martina).

Riccardo si augura di avere l’opportunità di far ascoltare a più persone possibili ciò che è uscito da un suo piccolo pezzo di vita che spera possa trasmettere attraverso la musica la sua persona.

50394910_389115451842304_7853348735823118336_n

L’ impegno del duo vocale così articolato da due elementi coloriti e coreografici come Teo Montresor ,un tenore dal sapore Veneto e Roberto Fusco un Musicista e cantante del genere Pop dal calore e dalla sensualità Partenopea.

Non sono bastate le serate in giro per l’Italia per mettersi in discussione ma affrontano con tenacia,volontà e gioia concorsi Nazionali e Regionali.

Sono stati vincitori del primo premio di categoria Senior al SANREMO NEW TALENT edizione summer del Patron Devis Paganelli con il brano intitolato “ Finché c’è Musica”.

Una Giuria composta da professionisti affermati nel mondo della musica come Il Maestro Vince Tempera direttore dell’orchestra di Sanremo,Walter Sacripanti Batterista per conto di noti Big della musica come Nek.Alba Cosentino giornalista e critico musicale della redazione dei settimanali ‘In Famiglia’ e ‘Di Tutto’ ed in fine Alessandra Lucchetti vocal coach coinvolta in varie iniziative organizzate al CET di Mogol.

Una gara affrontata col calore del pubblico che li ha sostenuti per tutta la durata del contest perché lo stesso pubblico ha afferrato il significato della loro canzone” Finché c’è musica” sarà sempre la speranza,la voglia di vivere,di sorridere,di combattere.

Perché è proprio dalla musica che il loro duo si è formato. Sono innamorati da essa ed è la cosa che li unisce e gli insegna il valore dell’umanità,del sorriso,dell’umiltà.

Sono stati vittoriosi anche in un secondo Concorso presso il teatro Tresartes di Vittuone Organizzato dalla Rosso al Tramonto intitolato “Amici di Martina” a scopo benefico. La loro musica ha trionfato assieme a quella di numerosi altri colleghi contro il male del cancro.

C’ erano ospiti di fama internazionale come Bobby Solo, Marco Masini ed una giuria di tutto rispetto come Il Direttore artistico di Radio Italia, il presidente dell’ associazione Sinfonica di Sanremo, la Radio NCI di New York e circa una 80ina di televisioni regionali nazionali.

Il loro brano intitolato “ A braccia Aperte”, già disponibile nei digital store, è arrivato al pubblico con una nota di innocenza. L’emozione che provano una mamma ed un papà nell’attesa del proprio bambino,una canzone che Roberto Fusco ha personalmente musicato e pensato nell’attesa delle sue gemelline, con la partecipazione di Luca Sala.

L’emozione che un genitore prova per la nascita del proprio figlio deve essere l’emozione che porta per tutta la vita. I figli sono una parte di ogni genitore e bisogna dare il meglio per loro .

La loro avventura non finisce qui. Ci saranno presto altre novità. Saranno la sensibilità e la bravura di grandissimi musicisti e cantanti come Gatto Panceri, Claudio Bastianelli ed il Grande Bobby Solo a dare novità alle loro voci con nuove canzoni. Hanno pensato come farvi ballare l’estate 2019… “Si potrebbe chiamare tormentone? Ci impegneremo e lo faremo  sempre per tutti voi”.

50337825_2208803919383194_5925910611882934272_n (1)

“Un’ altra abitudine” è il singolo della cantautrice trentina Ronnie, in radio dal 25 Gennaio e già nei principali digital store.

L’ artista si dice molto entusiasta di questa traccia, perché le parole che ha scritto sono strettamente legate a degli eventi per lei emotivamente molto significativi.

Ho scritto il brano in due giorni: una mattina particolarmente fredda e una sera molto buia. Grazie all’aiuto di alcuni artisti della Rosso Al Tramonto che  hanno perfezionato gli ultimi dettagli, è stato possibile rendere questo brano memorabile. Una canzone molto importante per me.

Tornando a trovare la mia famiglia nella città di Bolzano ho realizzato il video musicale della canzone: in una centrale elettrica, in quanto per me questo brano risulta essere un esplosione di ENERGIA, come d’altronde lo è la Musica.

Grazie a questo brano ho anche avuto occasione di vincere il concorso canoro “Io sto con Martina”  e sono stata  premiata con la produzione di altri due inediti insieme all’ etichetta discografica Rosso Al Tramonto”.

Ronnie vive per la musica e lei sa che sarà sempre un’esplosione di energie positive e musicali, vuole imparare tante cose, crescere artisticamente e fare tanta musica. È consapevole di avere la motivazione giusta per donare tutta se stessa a questo scopo, lo sta facendo e continuerà a farlo, sempre.

 

Veronica Carotta sceglie il suo nome d’arte correlandosi ad un film che la segnò particolarmente durante l’infanzia, dal titolo: The Last Song (L’ultima Canzone). Oltre ad essere l’abbreviazione americana del nome Veronica, Ronnie è anche il diminutivo della protagonista del film (chiamata anche lei Veronica). Dopo aver notato numerose peculiarità tra lei e l’attrice (tra cui la perdita del nonno, alla stessa età, per la stessa malattia terminale. Ed oltre a questo numerosi altri punti in comune con la Star) Veronica decide di identificarsi in questo diminutivo. Questo nome di matrice americana porta anche nell’anima dell’artista una ricerca di suoni diversi, diffusi soprattutto nel Rythm and Blues Statunitense, con la volontà di portare queste sonorità anche in Italia. Desiderio di evoluzione e cambiamento dalla classica cultura musicale Italiana.

In rispetto delle volontà dell’artista, parleremo di lei nella biografia utilizzando il suo nome d’arte.

 

Ronnie nasce a Bolzano il 30/05/1998 e fin dal primo giorno in cui si ricorda di essere al mondo, ricorda di aver amato la musica.

Sua madre cantava in un coro, andava a cantare alle prove del coro fino all’ultimo giorno di gravidanza.

I primi mesi di vita Ronnie aveva invertito il giorno con la notte e l’unico modo per farla dormire serenamente era mettere il seggiolino in macchina e viaggiare, con il sottofondo di Adriano Celentano (il padre era un grande fan).

A 4 anni partecipò alle selezioni dello Zecchino d’oro, cantando “volevo un gatto nero”.

Cantava sempre ma non ci faceva caso, per lei era una cosa normale, abitudinaria, come parlare.

A 7 anni decise di iniziare un corso di Hip-Hop, anche se per la scuola era troppo piccola.. ma dopo il giorno di prova decisero di farla ballare comunque con i più grandi. Frequentò così 5 anni di Hip-Hop e 4 anni di Danza Moderna (frequentava entrambi i corsi contemporaneamente, tranne gli ultimi due anni che portò avanti solo la danza moderna).

Dopodiché decise di mollare la danza per dedicarsi a creare lei in prima persona la musica.

Così frequentò 5 anni di pianoforte presso l’Istituto Musicale di Bolzano e in contemporanea anche dei corsi di Canto. Ronnie cambiò tre scuole di canto e in totale frequentò le lezioni per 8 anni di seguito.

Anche se lei afferma che la vera voce sia quella che viene dal cuore.

A Novembre 2017 dopo aver finito le superiori durante l’estate decise di trasferirsi a Milano per lavorare e trovare la sua identità musicale.

Cominciò a scrivere molti brani e produrre insieme a degli arrangiatori delle basi musicali, per creare delle vere e proprie canzoni da pubblicare sul suo Canale YouTube. Nel mentre partecipò ad un provino (superandolo) e conseguentemente stipulò un contratto di collaborazione con la Rosso Al Tramonto S.r.l, che la aiutò a realizzare il singolo “Un’Altra Abitudine”.

“Temporale” in radio il nuovo singolo di Theos e Mattia

Posted: 9th gennaio 2019 by allmusicnews in MUSICA

cover - Theos & Mattia

“TEMPORALE” è il titolo del nuovo singolo di Theos e Mattia, già disponibile da Dicembre in tutti gli store digitali.Il pezzo viene scritto e composto ad ottobre, mese in cui i due partecipano alle semifinali nazionali del concorso per accedere a Sanremo Giovani.
Dopo varie  prove che però non convincono, pochi giorni prima dell’ audizione nasce una prima versione della canzone. Il tema principale è quello del temporale inteso come evento atmosferico burrascoso e distruttivo ma visto in forma positiva e allegra.

Un chiaro paragone con l’amore raccontato dai due in totale contrapposizione con i canoni classici della  musica italiana.
Il pezzo si può definire “rap” anche se gli influssi pop e melodici sono frequenti soprattutto nei ritornelli.E’ la seconda canzone che Theos e Mattia pubblicano assieme, la prima, intitolata Boom baby esce a maggio 2018 ed anticipa l’ album di Theos “Faccia da schiaffi”, prodotto interamente da Mattia.

Biografia

Theos e Mattia, sono di Novara ed hanno 19 anni. Si conoscono da quando hanno sei anni ed hanno frequentano anche la stessa scuola. Dopo un periodo di lontananza si ritrovano nel marzo 2017 grazie ad un evento canoro al quale entrambi partecipano come solisti. Inizialmente Mattia si occupa della produzione dei brani mentre Theos scrive e interpreta i testi. Nel 2018 decidono di partecipare ad Area-Sanremo come duo, ed arrivano alla fase finale con TEMPORALE, il brano che oggi accompagnato da un suggestivo video lo possiamo ascoltare in tutte le radio.