Paramore , After Laughter : il 12 maggio esce il nuovo disco

Posted: 26th aprile 2017 by allmusicnews in MUSICA

paramore-afterlaughter

Uscira il 12 maggio il nuovo album dei Paramore , il quinto in studio intitolato After Laughter anticipato dal singolo Hard Times. Il disco è stato prodotto da Justin Meldal-Johnsen e da Taylor York che segna il ritorno nella band del membro fondatore Zac Farro

Ecco la tracklist :

1. Hard Times
2. Rose-Colored Boy
3. Told You So
4. Forgiveness
5. Fake Happy
6. 26
7. Pool
8. Grudges
9. Caught In The Middle
10. Idle Worship
11. No Friend
12. Tell Me How

Elodie , Verra Da Se : testo e audio del nuovo singolo

Posted: 26th aprile 2017 by allmusicnews in MUSICA
Tags: ,

16298607_1783302005263949_7897656579968806267_n

Elodie esce con il nuovo singolo Verra Da Te  estratto dall’album Tutta colpa mia. Il singolo è stato scritto da Luca Mattioni, Mario Cianchi ed Emma (sua, ormai, ex manager e produttrice). Il brano parla della storia di una notte d’ amore difficile da dimenticare che dopo finita ti lascia un segno dentro di te

Testo :

Io mi credevo persa
col cuore chiuso in tasca
mi aspetto sempre che poi arrivi, tu

Una giornata spenta
ingoio la tua assenza
e le tue mani non le sento, più

Ma sento di poter dire
che il senso non vive lontano da me
e sento di poter di poter dire
che tutto il resto poi verrà da sé

E la notte sarà piena di luci
io e te per mano insieme, persi dentro a mille voci
una notte di quelle che ti bruci
coi segni sulla pelle
persi dentro a mille baci

Tu esci dalla stanza
io mi vesto senza fretta
un film già visto che non guardo più

Ti sei scordato tutto
io invece un po’ ci penso
magari non ci rivedremo più

E sento di poter dire
che il mondo non vive
lontano da me, lontano da me

E sento di poter dire
che tutto il resto poi
verrà da sé

E la notte sarà piena di luci
io e te per mano insieme, persi dentro a mille voci
una notte di quelle che ti bruci
coi segni sulla pelle
persi dentro a mille baci

E la notte sarà piena di luci
io e te per mano insieme persi dentro a mille voci
una notte di quelle che ti bruci
Coi segni sulla pelle
persi dentro a mille baci

E la notte sarà piena di luci
io e te per mano insieme, persi dentro a mille voci
una notte di quelle che ti bruci
coi segni sulla pelle
persi dentro a mille baci

Chiara Grimaldi una giovane promessa della musica italiana

Posted: 26th aprile 2017 by allmusicnews in MUSICA
Tags:

10802071_10201660065543183_8961749663936311496_n

Chiara Grimaldi classe 96 è una giovane e promettente cantautrice italiana , la sua passione per la musica iniza in tenera età a soli 6 anni incomincia a cantare nel piccolo coro Santa Maria Ausiliatrice facendo moltissime esperienze e amando sempre di più la musica. Dai 10 ai 13 anni studia pianoforte con l’insegnante Satoko Hirai, iniziando a sperimentare il canto lirico. Frequenta una scuola media a indirizzo musicale, dove impara a suonare la chitarra e il basso con l’insegnante Barbara Lagomarsino si specializza in canto moderno .

A 15 anni scrive la sua prima canzone, dopodichè diventa un’ esigenza naturale . A 16 anni entra nella prima rock band, i Black Roses, numerossissimi sono i live dove si esibisce. Dopo due anni la band si scioglie e Chiara sente la necessità di acquisire più consapevolezza così ricomincia a studiare il pianoforte e armonia con Larsen Premoli. Dal 2014 al 2015 canta in una blues band, la Sciallo Orchestra, avvicinandosi a questo stile e cantando, questa volta, nei locali di Milano, tra cui anche “le scimmie”, locale storico di Milano. Dal 2013 al 2015 canta nel coro multietnico “Coremuse”, dove conosce nuove culture. Per Chiara la musica riesce a unire le persone superando qualsiasi barriera. Da circa un anno sta lavorando ad suo progetto da solista , “Cerco sempre di andare alla ricerca di ciò che sono e di ciò che voglio esprimere” Racconta Chiara

Cosa pensi dei talent televisivi? 

Penso si sia perso lo scopo principale: le persone con del talento ci sono eccome, ma vengono sottomesse alla spettacolarizzazione. Prevale il divertimento alla sostanza e come accaduto negli ultimi mesi, mi è sembrato di vedere che molte regole dei talent siano un po’ in contraddizione con quello che è l’arte.

Il ricordo più bello che hai della tua giovane carriera?

Il mio primo concerto in un locale a Milano. Cantavo in una BluesBand e verso metà concerto mi è venuta dal nulla l’idea di cantare un pezzo soul molto famoso a cappella, senza avvisare la band che è rimasta un po’ spaesata. E’ stata però una sensazione intensa e profonda perché tutto il locale ha iniziato a cantare con enfasi e pathos. C’era unione e li, ho sentito che la musica è una forza molto potente.

Come nascono le tue canzoni?

Di solito nascono da una melodia che mi canticchio con un finto inglese e che subito registro, poi mi metto al pianoforte e ci lavoro su. Parto sempre dalla musica e poi scrivo le parole, anche se in questo periodo sto provando a scrivere cercando stimoli diversi che mi facciano sperimentare e crescere, ma le più belle sono nate sicuramente sotto la doccia! ahahah!

Il tuo artista preferito?

Quando ero piccola mio padre mi faceva sempre ascoltare i Beatles e mi diceva quanto fossero innovativi e speciali, anche se non è un esperto di musica. Ora riesco a capire cosa volesse dirmi e ogni volta che li ascolto o li suono e li canto, ho la pelle d’oca.

Il tuo sogno nel cassetto?

Ho un cassetto pieno di sogni, spero non facciano la muffa li dentro! :)

Come ti vedi tra 20 anni?

Con il cassetto aperto e quasi tutti i sogni realizzati

Che consiglio daresti ad un giovane che vuole intraprendere la carriera artistica nella musica?

Essendo io ancora giovane sto ricevendo molti consigli che mi stanno facendo crescere e non me la sento ancora di darne, ma sto capendo che è importante rimanere concentrati su se stessi e sulle cose a cui si tiene di più, senza crearsi illusioni dal nulla.

hal foto

E’ uscito in tutti i digital store “Prima che spari io”, il primo singolo del rapper campano Alfredo Fiore, in arte Hal Youngster, una canzone d’amore che racconta la voglia di riscatto da una vita complicata, di obbiettivi da raggiungere e di un ambizione che ha ossessionato la sua esistenza.

Biografia:

Alfredo Fiore,  in arte “Hal Youngster”, nato a Napoli nel 1997, cresce a Bagnoli, un piccolo quartiere dell’ area Flegrea, un infanzia tra alti e bassi. A 10 anni inizia a seguire le orme del padre, cimentandosi in cover di canzoni italiane Pop. A 14 anni inizia a scrivere testi seguendo il filone del Rap, modalità di scrittura e di musica più adatta a quello che voleva.

Inizia a gareggiare in Battle di Freestyle e ad esibirsi nei locali napoletani per farsi conoscere.

“Ho sempre cercato di creare qualcosa che parlasse di me stesso, per far arrivare un messaggio preciso alle persone che mi ascoltano : Io sono questo qua.

Sicuramente a volte ci sono dei messaggi che a non tutti piace ascoltare, ma ho imparato ad essere diretto con chi mi conosce o vuole approcciare alla mia musica per non avere fraintendimenti e sopratutto perché se qualcuno vuole conoscermi a fondo o ascoltare i miei pezzi, deve sapere per prima chi sono.

Oltre ad essere la mia passione, è diventata la mia “salvezza” tra i 16 e i 17 anni,  perché in un periodo oscuro della mia vita, dove ero molto fragile, e non volevo e non vedevo nessuno al mio fianco, proprio lo scrivere i miei pezzi fu mi ha sollevato, come una specie di barriera che mi ha protetto dalle emozioni che avevo in corpo”. Scrivo con più intensità fino ai 18 anni dove termina il primo progetto insieme a Mario Nasti in arte “Kaly”, cercando uno stile innovativo non influenzato dalla musica Italiana, trovando una vera e propria identità che tutt’oggi lo caratterizza.Pronti in cantiere già tre dischi di inediti, ancora non pubblicati.

Produzione musicale: Kaly

Etichetta: TDM Records

Rec, Mix & Master: Claudio Bevilacqua