1

“La pioggia di Agosto” il primo singolo da solista del cantautore genovese Enrico Zambelli.

La canzone, che porta le firme anche di Mauro Piromalli e Roberto Tiranti (anche arrangiatore del brano) cerca di trattare, nel modo più delicato possibile, la tragedia avvenuta a Genova il 14 agosto del 2019 con il crollo del Ponte Morandi. Samuele è stato il più piccolo delle 43 vittime di quel giorno terribile. Era in macchina con la sua mamma e il suo papà. La canzone parla di lui, di loro, di tutti.

Nel 2008 quarto classificato al concorso letterario europeo di poesia “Ass.ne Rinascita Piediluco”

Nel 2009 è uscito in libreria Un istante prima del mai, la sua prima raccolta di poesie

Nel 2009 terzo classificato al premio letterario “Insieme nel mondo” patrocinato dalla “Società Dante Alighieri”

Nel 2009 terzo classificato al “Premio Nazionale di arti letterarie – arte città amica”.

Nel 2011, con il brano Buon Natale, ha vinto il premio musicale “Tante voci dal pro…fondo” Nel 2012 terzo classificato al XII concorso letterario europeo di poesia “Acqua limpida fonte di vita”

Nel 2013 secondo classificato al “Festival Eroticanzone” presieduto da Irene Grandi, con la canzone “Piccola Morte”

Nel settembre 2013 è stato tra gli 8 finalisti del Premio Poggio Bustone dedicato a Lucio Battisti.

Nel 2014 ha partecipato allo spettacolo «Tango nel fango di Rebelais» di Mauro Sabbione.

Nel 2015 è uscito in libreria «Il bel mare zinco», la sua seconda raccolta di poesie

Nel 2017 si è classificato al primo posto al Premio Internazionale Poesia e Narrativa – Le

Grazie Porto Venere La Baia dell’arte – con il libro «Il bel mare zinco»

Nel 2017 è stato tra i 10 finalisti del premio letterario nazionale di narrativa e di poesia “Argentario” 2017 con la poesia «Sarai pioggia»

Nel 2017 secondo classificato al Premio Nazionale Un Autore per la Nuova Canzone Italiana Villeggendo Musica 2017 col brano «Il gregge»

Nel 2017 ha ricevuto la targa intitolata a Riccardo Mannerini, come autore del miglior testo

Nel 2019 si è classificato terzo al Varigotti Festival con il brano “La pioggia di agosto”

“Acqua Sintetica“ il nuovo album di Mauro Pelosi

Posted: 15th ottobre 2019 by allmusicnews in MUSICA

1

Acqua Sintetica è la storia di un clone che vive in un mondo ormai in rovina (Un clone libero), tra i ricordi di un passato bello ed emozionante da una parte, decadente e invivibile dall’altra (La città vecchia) “…con le sue torri, alte fino a toccare il cielo, le sue case di cartone i suoi rifugi” e la vita difficile, senza quasi più nulla, passata a cercare nei rifiuti (Se ci fossero ancora i cellulari). Un viaggio fantascientifico e interiore; anche se ambientato nel futuro, si rifa’ essenzialmente alla vita di oggi, il clone, in un certo senso, è l’uomo dei nostri giorni. Il pianeta che cambia in continuazione, il clima, la desertificazione, la mancanza di acqua da bere (Acqua sintetica) e la mente sempre più oscura e ingarbugliata da pensieri negativi, dominata da forza sconosciute che sembrano sempre di più andare contro l’umano (Esseri della cenere) “…dai corpi sottili più leggeri dell’aria, scorie di pianeti inariditi persi nei cicli del tempo, possedettero l’uomo nella sua parte più bella, profanatori dell’anima, fu un mondo di marionette!”. I cambiamenti e le mutazioni portano poco a poco il clone, a percepire un’energia che prima non conosceva (Forse è l’amore), una forza che lo fa crescere, lo trasforma, l’amore (Come si fa, come si può). L’umanità sempre di più davanti ad un bivio, ad una scelta tra mente e cuore, tra pensiero e Se interiore (E’ tempo d’amare).

LA TRACK LIST

  1. Acqua sintetica – testo e musica Mauro Pelosi
  2. La città vecchia – testo e musica Mauro Pelosi
  3. Un clone libero – Testo Mauro Pelosi – musica Pinuccio Pirazzoli
  4. Come si fa, Come si può – testo e musica Mauro Pelosi
  5. Esseri della cenere – testo e musica Mauro Pelosi
  6. Forse è l’amore – testo e musica Mauro Pelosi
  7. Il tempo di amare – testo e musica Mauro Pelosi
  8. Se ci fossero ancora i cellulari – testo e musica Mauro Pelosi

Dopo “Il Signore dei Gatti” (1979) Mauro Pelosi esce dal mercato discografico e incomincia a viaggiare prima in Europa poi in Oriente e in America, intanto cresce la crisi del disco, chiudono i battenti importanti case discografiche, etichette minori, studi di registrazione ecc. fino ad arrivare alla diffusione di internet e del download, la musica adesso si scarica e sempre meno si compra. Mauro insieme a tanti altri artisti si eclissa. Vive con lavori occasionali del tipo “Porta Portese” dove vende quello che riportava dai suoi viaggi  ma la passione per la musica continua sempre e così incomincia a scrivere musica New Age per se e per i suoi amici, “Arjuna” (1997) e “Leaving the Planet” (1999). L’amore per la natura lo porta poi in campagna, coltiva prodotti naturali e li vende nei mercatini del biologico insieme ad oggetti artigianali di sua creazione. Scrive “Draupadi” (2000) e “Stazioni” (2001), come i precedenti senza testi e mai pubblicati. La moda degli anni ’70 è ormai diffusa ovunque; i suoi vinili vengono pubblicati in Giappone e Corea. Mauro incomincia a scrivere musica per meditazione; intanto la Universal Music pubblica dei cofanetti di musica Progressive italiana (2010) e ristampa in formato CD tutti i suoi lavori del ’70. Poco tempo dopo Mauro incomincia a lavorare ad un progetto nuovo che durerà un paio di anni e stavolta con musica e testi e un bel giorno si presenta a casa del suo amico Pinuccio Pirazzoli col lavoro finito, è la storia di un clone in un mondo alla deriva e insieme decidono di chiamarlo “Acqua Sintetica”

“A te i miei pensieri”, il nuovo singolo di Aldo Iacopino

Posted: 9th ottobre 2019 by allmusicnews in MUSICA

1

Aldo Iacopino, torna in Italia e presenta il suo nuovo singolo “A te i miei pensieri”, brano scritto appositamente da Fabio Castorino, registrato alla Roxy Studio di Palermo e prodotto dalla Me&U Records and Artists Management di Londra.

Iacopino porta in radio un brano che raccoglie i sogni di un artista lontano dalla sua terra di origine, la Calabria, e che indipendentemente dal successo in Sud America sente forte il richiamo alle sue origini.

Una vita in musica affrontata con eleganza e passione, legata dai sogni di un percorso artistico che lo tiene lontano da chi ama.

Una dedica profonda e sincera ai propri affetti, al suo sogno mai affranto, ad una vita di sacrifici e di sorrisi tra il pubblico che l’ha sempre amato. Una figlia lontana che cresce in fretta ed una moglie che non lo abbandonerà mai lasciando vivere ad Aldo le sue opportunità.

Artista di spessore, il brano è una ballad pop-lirica che evidenzia tutta la qualità vocale di questo artista.

Aldo Iacopino sta lavorando al suo progetto discografico con determinazione per completare il suo nuovo album di inediti.

Reduce da un tour estivo che l’ha visto esibire in diverse locations della sua terra, tornerà in studio alla Roxy accompagnato da Umberto Alongi che, in veste di produttore esecutivo, lo accompagna in questo bellissimo momento artistico.

Il videoclip ufficiale è affidato ad ATOM INC ed è stato girato in Sicilia. Il management è a cura della Unique M & C di Chiasso.

elisa_termite_trasparente.jpg___th_320_0

Nelle radio il primo singolo della cantautrice pugliese Elisa Termite “Trasparente” (di Elisa Termite, Claudio Gallo, Vincent Masini), brano prodotto da Musicamia e già presente negli store digitali. Il termine “trasparente” ha doppia valenza: a volte può indicare apertura e comunicabilità, altre volte al contrario è sinonimo di chiusura e perciò incomunicabilità, della quale Elisa ha voluto trattare nel brano. A tal proposito è sembrato doveroso fare un breve accenno al cattivo uso dei cellulari, che comporta maggiori difficoltà nel relazionarsi, implicando la quasi totale trasparenza dell’individuo.

L’artista è seguita dalla vocal coach Sabrina Ceccarelli, il mix e mastering del brano è di Giulio Iozzi, mentre le  riprese video, montaggio e post-produzione sono a cura della Frameup agency.

 Biografia

Elisa Termite,17 anni. Nata a Mottola (Ta) il 14 Febbraio 2002 e residente a Massafra (Ta). Inzia a prendere lezioni di canto a soli quattro anni. Con l’inizio dell’età scolastica la si approccia anche allo studio del pianoforte e alla danza. Sempre in giovane età, dopo diverse selezioni nazionali, entra a far parte del coro Baby Voice diretto dalla Vocal Coach Sabrina Ceccarelli per le sigle del Festival di Castrocaro su Rai 1. Frequenta il liceo Classico D. Deruggieri e gli studi musicali presso il conservatorio G. Paisiello di Taranto.

Da due anni si è avvicinata anche al mondo della moda, molto richiesta in sfilate ed eventi.Dopo una prima esperienza di inediti con una rapper locale eccola con la sua nuova e prima proposta dal titolo “Trasparente”, brano scritto a più mani con Claudio Gallo e Vincent Masini oltre che dal lei stessa ed uscito da uno dei laboratori che Musicamia organizza a Viareggio (LU) con l’autore Roberto Casalino.

Per questa sua esperienza Elisa è seguita dal team di Musicamia con il project manager Vincent Masini.