89959500_2953689231411604_1616452388284006400_n

Con il suo nuovo singolo “TIKI TIKI”, Raffy conferma di cercare sempre un sound internazionale, volendo lanciare anche un segnale di positività e di rinascita.

Da Lunedi 16 Marzo, la giovane cantautrice modenese, Raffy è su tutte le piattaforme streaming e di digital download con il suo nuovo singolo “Tiki tiki”.

Il testo di questo coinvolgente reggaeton è stato scritto da Andrea Gallo, autore di “Eva” di Mina e Celentano, dalla stessa Raffy e da Costi Ionita, che ha curato arrangiamento e musica (multi platinum, Billboard hot 100 producer, Grammy nominated).

Raffy: -TIKI TIKI per me è una rinascita, è una canzone che mi dà molta carica e positività, ho deciso di farla uscire prima del previsto perché in Italia, in questo periodo storico siamo tutti giù di morale per quello che sta accadendo. Io invece voglio pensare positivamente e voglio che tutti lo facciano, presto si risolverà questo problema “#andratuttobene”. Poi visto che si avvicina l’estate, invito tutti a ballare e cantare Tiki Tiki insieme ai nostri amici. La musica ci aiuterà, The Show Must Go On.-

Il videoclip, online da lunedi 16 Marzo, diretto da Alex Ceausu, è stato girato a Bucarest negli studios Kentauros Media.

L’artista Italo-Romena, di recente ha ottenuto un ottimo risultato sia in Italia, entrando nella Top 5 della classifica emergenti web, sia in Romania dove è molto seguita. Grazie al brano Al Chiringuito è stata anche ospite all’evento “Miss Grand Prix”, andato in onda anche su Rete 4 e su TgCom.

Biografia
Raffy (Raffaella Maria Senese) vive a Modena, nasce il 14 settembre 2000 a Mirandola (Mo), da madre romena e padre italiano. All’età di 7 anni inizia a cantare ma i suoi studi musicali iniziano nel 2013 presso l’Accademia musicale di Modena. Più tardi frequenta il Trinity College di Londra.

Raffy, al fine di superare la sua timidezza, il bullismo e la sua grande sensibilità, si affida e trova rifugio nella musica e nel canto, emozionando e coinvolgendo il pubblico.
Partecipa sia in Italia sia in Romania a parecchi talent, tra i quali A Voice for music a Roma, dove conosce il produttore discografico Luca Venturi della On the set, suo attuale Manager, che produce il suo primo singolo in italiano, ”Dimenticare a memoria”, ricevendo ottimi consensi dai media. In seguito pubblica, “Jarna” feat. Connect-r, noto rapper del panorama musicale romeno, e “Raffy di Modena”,”My Mind” e altri brani che faranno parte del suo primo album, che uscirà prima dell’estate. Raffy ama Rihanna e Beyonce ed il suo slogan è “do not give a limit to your dreams”. Attualmente sta ultimando le registrazioni del suo progetto discografico tra Milano e Bucarest, preparandosi per il suo primo Live tour 2020.

89604175_3834696046555655_2628003261931585536_n

E’ disponibile in tutti i digital store il primo singolo della cantautrice piombinese Alessia Russo, “Buon viaggio”, brano scritto dalla stessa Alessia con Luca Damerini, che parla della storia di un viaggio interiore, che nonostante i vari ostacoli che incontra durante il percorso, si conclude con un bel traguardo, quello della consapevolezza, la consapevolezza del ritrovare se stessi, il proprio io. Produzione The Library a cura di Luca Damerini, mix & master Alessandro Paolini, videoclip diretto da Andrea Vialardi.

 

Alessia Russo ha 22 anni, ed è una studentessa al 4° anno dell’università di Medicina e Chirurgia a Pisa. Però Il canto e la musica sono da sempre la sua grande passione : ha iniziato a frequentare la  scuola di canto di Piombino “Woodstock Accademy” con l’insegnante Gianni Nepi all’età di 9 anni e per qualche anno ha studiato pianoforte.
Negli anni ha assistito a stage formativi e corsi con importanti personaggi del panorama musicale: tra cui Fio Zanotti, Marco Vito, Fioretta Mari e partecipato a numerosi provini per talent televisivi come X-FACTOR, Amici.
Da un po’ di tempo partecipa a concorsi canori nazionali: tra gli ultimi ha vinto il premio della critica al concorso “Opera Prima” di Livorno, seconda classificata al “Memorial Pellissier”, prima classificata alla tappa regionale di Empoli del contest “Talent Move” ed ho vinto il “Fantastico Festival” di Cicagna in Liguria (che aveva come presidente di giuria il direttore d’orchestra Massimo Morini) aggiudicandosi così come premio la realizzazione del brano inedito e del videoclip “Buon Viaggio” .
Ultimamente si sta dedicando alla realizzazione di nuovi brani, tra cui “Due minuti” scritto da Giovanni Germanelli e Francesco Mignogna, con il quale ha vinto il PREMIO DELLA CRITICA e si è classificata seconda al concorso PEGASO STAR dove in giuria erano presenti personaggi illustri tra cui Beppe Dati e Dario Baldan Bembo.

87455272_3048530535213577_5412133197867646976_n

Il nuovo singolo che anticipa un concept album in uscita nel prossimo autunno dei due cantautori
“CONTE BROS “

“Gira Lento” è stato interamente scritto e prodotto dagli stessi Conte Bros (Anthony & Vittorio Conte) nel loro studio “Jericho Studios”, situato in Veneto nella sede della MM Line Production Records. “Gira Lento” è un brano che tratta il tema della redenzione, attraverso la liberazione dalle proprie colpe e dagli errori commessi nell’arco di un’intera vita.
Questo è il terzo pezzo inserito come colonna sonora in un secondo film della produttrice cinematografica Ermelinda Maturo che li ha voluti fortemente con sé. Si srotola per i Conte Bros il tappeto rosso al Festival di Cannes.

Un duo di talento nato in famiglia, Anthony e Vittorio Conte, rispettivamente classe ’93 e ‘90, sono due fratelli pugliesi, uniti dall’amore per la musica che li ha portati a formare il duo musicale Conte Bros. La vocazione per la scrittura e per i temi a sfondo sociale, unita alla volontà di raccontare delle storie vere e spesso drammatiche, li ha portati oggi a collaborare con la giovane produttrice cinematografica Ermelinda Maturo per la colonna sonora del docu-film “Non Seguirmi”.
Con un cast d’eccezione: Alessandro Haber, Isabella Rossellini, Luca Ward, Elisabetta Pellini, Alessio Boni, Giuliana De Sio.

Il progetto, frutto di anni di ricerca, è innovativo e sperimentale e parla di un tema particolarmente attuale e drammatico: il femminicidio. Nonostante tante campagne ed iniziative di denuncia, i numeri di questo triste fenomeno in Italia e all’estero sono in costante aumento. Grazie al loro talento e alla sensibilità verso questo tema della violenza sulle donne, Anthony e Vittorio sono stati scelti dalla produzione per elaborare due brani il cui testo profondo rimane però indiretto e non esplicito: a loro modo descrivono il rapporto tra vittima e carnefice, spesso un legame che ha delle dinamiche interne complesse e incomprensibili. L’aiuto prezioso dato dalla musica dei Conti Bros con i brani “Foglie di un tempo” tratto da una storia vera di una persona a loro molto cara e “Rewind” (arrangiati ai Jericho Studios e Monodynamic Studio, da Alex Trecarichi e Vittorio Conte) e distribuiti da Universal Music Italia, ha permesso alla regista di sensibilizzare il pubblico sulla tematica, spesso ridotta a semplice notizia che finisce nel grande frullatore mediatico. Anthony e Vittorio si sono ispirati alla storia di una persona a loro cara, vittima di un doloroso passato che, pur con la volontà di dimenticare e superare, riaffiora prepotente nella quotidianità attraverso ricordi o semplici gesti. In passato i fratelli Conte con i loro testi hanno toccato altri temi scottanti ed hanno scritto e composto brani per altri artisti già affermati nel panorama discografico italiano, come ad esempio Thomas per l’album “Oggi più che mai” (distribuito da Warner Music Italy), diventato disco d’oro in meno di due settimane. La loro storia artistica inizia con la pubblicazione di due album da parte di Vittorio, dai titoli “Sogno e realtà” (2008) e “Sono solo briciole” (2012).

Successivamente nasce l’esigenza di unirsi in duo, con la consapevolezza di poter unire il talento di entrambi nella stesura di testi e nella composizione di sonorità più mature. Arrivano nella rosa dei 25 vincitori di “Area Sanremo” con il singolo “Storie” brano che tratta il delicato tema del suicidio.

I due Fratelli di origini pugliesi, da più di vent’anni hanno deciso di trasferirsi in Veneto, seguiti dalla Discografica Maria Totaro della etichetta MM Line Production Records, Anthony e Vittorio continuano adesso la loro carriera ponendosi obiettivi più grandi, affacciando sia anche come artisti in scena e non solo come autori, tenendo sempre a cuore l’attenzione verso l’impegno sociale che li contraddistingue.

89775132_1410560762457192_8860310278001131520_n

Giovedì 26 febbraio, Lino Villa (per NEW STYLE DANCE in Vignate) e Giulia Zucchet (come maestra di GiocoDanza® e in delega per EXPRESSION DANCE ACADEMY SSDARL in Gorgonzola) hanno pubblicato su Facebook delle annotazioni con sfoghi personali dovuti all’ordinanza che non appariva chiara nei suoi contenuti.

Nella testa di entrambi scatta qualcosa: si sentono al telefono e decidono di incontrarsi per fare qualcosa di concreto, includendo anche altri insegnanti, tra cui Sabrina Vinciguerra (CLAN LOCURA in Treviglio), Mattia Cuda (ballerino ed insegante-Talento MAB 2019) Luana Recupero (insegante e ballerina) e Giorgia Filipponi (insegante, ballerina, nonché direttrice artistica della ELEVEN DANCE COMPANY CON il coreografo, nonché marito Nunzio Perricone -Amici 12-).

Da questa serata in amicizia tra professionisti, ne nasce una lista di punti chiave che riguardano le carenze normative del settore arte/spettacolo e più nel dettaglio nella regolamentazione della DANZA.

Confrontandosi su più aspetti notano che le disposizioni della prima ordinanza riguardavano la chiusura di palestre e centri sportivi, quindi evincevano restrizioni come se si trovassero in zona rossa, ma invece, erano in zona gialla… quindi esonerati da ricevere aiuti concreti per far fronte alla chiusura imposta della sede.

Si fanno due conti, mutuo, affitti, utenze, oneri fiscali, insegnanti privi di incasso per tutto il mese di marzo, acconti dati ai teatri per i saggi di fine anno accademico, che per questioni artistiche saranno molto probabilmente sospesi… e un pensiero sempre verso gli allievi (come staranno, cosa si ricorderanno, si terranno in allenamento o no?) … insomma un tragedia!

Decidono di stilare una lista delle misure straordinarie che si dovrebbero adottare in casi come questo, e attraverso una petizione, sperano di far arrivare la loro voce dove per ora nessuno ha mai provato.

http://chng.it/w25ZTdsSRS

Nel giro di 12 ore la petizione raccoglie quasi 2.500 firme e continua a crescere.

Nel frattempo arrivano messaggi via mail, messenger® dove si richiede al team di creare un gruppo whatsapp® per dare supporto ed aiutare le ssd, asd ed insegnanti della sola Regione Lombardia a capire ed interpretare le ordinanze che vengono aggiornate di continuo.

Mettendoci l’anima in questo progetto, nato per caso e con il solo fine di aiutarsi a vicenda, il team sta facendo dei passi concreti, lavorando ad un obiettivo comune, con il supporto di professionisti che li affiancano per potersi districare nella giungla burocratica delle istituzioni in cui bisogna addentrarci con serietà e preparazione, se si vogliono risultati efficaci e definitivi!

Dopo giorni di lavoro e collaborazione, sono arrivate notizie positive circa la conferma che “qualcuno” si è preso reale carico delle nostre richieste, ed esponendole in sede di governo speriamo il più presto possibile.

Incrociamo le dita.

 “In questo momento siamo molto preoccupati di non poter arrivare, economicamente parlando, a settimana prossima, visto il mancato “stipendio” e la mancanza di aiuti da parte di uno Stato che ci ha sempre classificato come lavorativi di serie B.

 COMUNICATO IMPRENDITORI, ASSOCIAZIONI SPORTIVE, LAVORATORI E PROFESSIONISTI DELLO SPORT IN LOMBARDIA E PROVINCIA DI PIACENZA.

RICHIESTA DI MISURE ECONOMICHE URGENTI PER LE RESTRIZIONI IMPOSTE PER IL NUOVO CORONAVIRUS.

In riferimento alle disposizioni del DPCM 1° marzo 2020 e del DPCM 4 marzo 2020 relativi all’emergenza sanitaria del nuovo coronavirus, gli imprenditori, le associazioni sportive, i lavoratori e i professionisti dello sport sono impossibilitati in maniera assoluta a prestare il proprio lavoro in tutta la Regione Lombardia e nella Provincia di Piacenza, non potendo più provvedere al proprio personale sostentamento.

Contrariamente ai comuni della zona rossa, per i quali, anche per il settore sportivo, sono state previste alcune sovvenzioni nonché la sospensione degli adempimenti tributari, per le altre aree della Lombardia e Provincia di Piacenza qualificate come zona gialla, non è stato previsto alcun sostegno economico né fiscale, nonostante la sospensione di attività “di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali (con la sola eccezione dell’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza), centri culturali, centri sociali e centri ricreativi” non differisca in modo sostanziale da quanto stabilito per la zona rossa. Diversa è la situazione nelle altre regioni italiane, ove è ammessa una deroga alle restrizioni nel caso in cui venga garantita la distanza tra persone di almeno un metro.

Per questi motivi, comprendendo perfettamente le straordinarie e urgenti ragioni di tutela della salute pubblica e considerando che la sospensione delle attività sportive, già atto da due settimane, sarà protratta almeno fino al 3 aprile 2020,

CHIEDIAMO DISPOSIZIONI, ANCHE RETROATTIVE DALLA DATA DI EMISSIONE DELLA PRIMA ORDINANZA

  1. La sospensione del pagamento di TARI e TASI per le sedi sportive dei territori coinvolti e il differimento di tutti gli oneri fiscali dei lavoratori del settore, compresi i detentori di partita IVA.
  2. Un sostegno economico mensile per tutti i lavoratori del settore sportivo, compresi i detentori di partita IVA, per i quali il lavoro in questo settore rappresenti l’unica fonte di reddito (si pensi a istruttori, insegnanti, maestri…).
  3. La sospensione dei mutui delle associazioni sportive e di tutti i soggetti di cui ai punti precedenti.
  4. La sospensione o la riduzione del pagamento dei canoni per l’impiantistica sportiva pubblica e privata.
  5. L’istituzione presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze di un “fondo utenze” per il sostegno alla ripresa economica per gli impianti sportivi.
  6. L’istituzione presso Sport e Salute SpA di un fondo per risarcire i costi sostenuti da parte delle società iscritte al registro nazionale CONI per la copertura assicurativa dei tesserati (polizza infortuni e RCT) nel periodo d’emergenza.
  7. La riduzione immediata e direttamente in bolletta, per associazioni e imprese che gestiscono palestre, impianti sportivi e natatori di tasse e imposte in misura congrua a supportare il momento emergenziale e post-emergenziale.

Milano, 7 marzo 2020

In rappresentanza di un gruppo di imprenditori, lavoratori e liberi professionisti del settore sport in Lombardia,

Mattia Cuda, Giorgia Filipponi, Luana Recupero, Lino Villa, Sabrina Vinciguerra e Giulia Zucchet