CARNABY cover

E’ in radio Christmas Girl il singolo di Natale dei Carnaby, band italo-americana che sta andando fortissimo all’ estero, tanto che in USA il singolo è alla posizione #20 nella classifica new adds. Sono già partite anche le radio in Francia, Germania, Austria, Canada, Inghilterra, Giappone e Olanda. Il brano è stato mixato tra Le Officine Meccaniche di Milano e gli Abbey Road di Londra nella perfetta tradizione del genere.

I quattro membri della band vivono a Bristol, dove hanno iniziato a suonare nei club, nei locali e nei festival. Attualmente infatti i Carnaby sono in studio per dedicarsi alla realizzazione di brani nuovi che usciranno nei prossimi mesi.

I Carnaby rientrano nell’accordo di produzione artistica tra la Sugar di Filippo Sugar e Fortunato Zampaglione: l’idea non è quella  della formula ormai superata e statica dell’album, ma di una playlist che periodicamente introdurrà un brano nuovo ai propri followers.

Ripartiamo con rispetto dal periodo sixties dei Beatles, una delle pagine più belle del mondo che va portata avanti con coraggio e amore per la musica.

Christmas Girl è un brano in controtendenza a cui si vuole bene al primo ascolto.

I Carnaby saranno disponibili a interpretare una versione acustica del brano in tutte le radio che li ospiteranno. Il brano è piaciuto molto negli Usa e sta già attirando l’attenzione delle piattaforme streaming in Italia ed all’estero. Il video, già in programmazione in molte Tv musicali, invita il pubblico ad abbandonare gli smartphone e a godersi la festa: è un messaggio contro la frammentazione del dialogo esercitata dai social media che catturano l’attenzione delle persone distraendole dalla interazione sociale e reale (regia di Fortunato Zampaglione).

Biografia

Carnaby, il nome della via più tipicamente british di Londra, è un esplicito riferimento alle influenze musicali dell’omonima band composta dai fratelli Joseph e Vincent Sandonato, italo-americani, e da Pietro Pelonero e Giuseppe Recalbuto.

I quattro musicisti iniziano a suonare insieme a Canicattì, loro città d’origine, nell’estate del 2010 e da quel momento non smettono di esibirsi in club e locali della Sicilia (e non solo) con un ampio repertorio ispirato al miglior pop-rock inglese, tra Beatles, Rolling Stones e Kinks.

Durante questo periodo di attività live, in occasione della partecipazione a un festival per giovani band, incontrano il produttore Fortunato Zampaglione, che resta colpito dal talento dei quattro ragazzi e decide di scommettere su di loro.

Intanto, nell’aprile 2016, i Carnaby si trasferiscono proprio nella città più musicale della Gran Bretagna, Bristol, dove si stabiliscono per fare nuove esperienze e trovare nuova linfa creativa, approfittando del terreno fertile per suonare dal vivo a Londra, Glastonbury, Leicester e Bristol. I loro brani sono passati anche dalla prestigiosa BBC Radio.

Nel gennaio 2017 l’Italia li richiama con splendide notizie: ottengono un’audizione con l’etichetta indipendente di Filippo Sugar, la Sugar Music di Milano, che punta sul loro talento e la loro grande voglia di suonare, offrendo loro il primo contratto discografico, una produzione di Fortunato Zampaglione.

 

25463674_536829386674152_364368046_n-720x960

Giovanni Brancati “alias” Vanterrania, nato a Scicli (RG), il 14/10/1975, vissuto nel Catanese, diede inizio al proprio percorso artistico come chitarrista negli anni 80, collaborando con varie rock band della zona, cimentandosi in concerti nelle piazze e serate nei locali che fecero da trampolino di lancio verso la ricerca di nuove sonorità. Egli così iniziò un percorso di sperimentazione basato su l’uso di sequencer, synth e chitarre.

La voglia di creare e sperimentare nuovi suoni ha generato diverse composizioni di colonne sonore facendo prevalere soprattutto sonorità elettroniche, alternative, indie. L’influenza dei molteplici stili musicali in varia misura ovvero punk, rock, industrial ed elettronica con cui si è da sempre confrontato hanno spinto a cercare un approccio elettronico ed originale.

Vanterrania ama pensare che la musica sia ogni forma di suoni e che facendo un uso costante di strumenti e sonorità elettroniche e combinandoli tra loro in un approccio vario ed originale diventa arte. Infatti il termine musica sperimentale (il suo equivalente inglese experimental) viene usato per descrivere forme musicali che tendono ai limiti di un genere definito il cui approccio sia determinato da ibridazioni di stili incorporati in elementi nuovi e distintamente unici controllati dall’elettronica.

Sotto lo pseudonimo Vanterrania, che spinge il pensiero alla terra in cui è nato e cresciuto, si muove intorno ad un percorso artistico che grazie alla rete, si sta cercando di portare avanti un progetto ben preciso e mirato ad ampliare la conoscenza e per questo che la sperimentazione non può fermarsi e spinge alla ricerca di nuovi modi di composizione sia analogiche che digitali, aspirando sempre più al raggiungimento della sonorità desiderata.

Presentazione di Electronix

“Electronix” è stato composto principalmente con l’intenzione di fondere “rock ed elettronica”, in un contesto musicale alternativo. Nel suo modo di approcciarsi con la musica, Vanterrania ha cercato di concepire “Electronix” con la massima naturalezza possibile, cercando di mettere in risalto soprattutto le proprie attitudini, sonorità e studi sperimentali.

Electronix

Release: 6 febbraio 2016

label: autoprodotto

genere: Rock, Indie, Alternative, Industrial, Ambient, Punk, Elettronica

Track list:

01) Cyber – 05:44

02) Data Wave – 02:03

03) Electronix 09 – 04:04

04) Enigma – 03:01

05) Field – 03:36

06) H2o – 05:18

07) High Voltage – 06:16

08) On – 09:27

09) Robot – 08:13

10) Mega – 03:51

11) Virtual Love – 02:58

12) Mechanical Arms – 02:11

foto1

Da lunedì 11 dicembre, è disponibile su tutte le maggiori piattaforme on line, Across the sky, il primo disco dei Cherries on a swing set, quintetto vocale a cappella di Orvieto. Il disco, già disponibile nella sua versione “fisica” è stato presentato sabato 11 e domenica 12 novembre al Teatro Santa Cristina di Porano (TR), con due spettacoli che hanno registrato il sold out, insieme al generale entusiasmo del pubblico.

Due inediti, The Hunting e L’ Equilibrista (i cui video, in rete dall’ estate, hanno già collezionato diverse migliaia di visualizzazioni su Youtube) e otto cover di noti artisti italiani ed internazionali rappresentano il cielo ideale, in cui i cinque cantanti si sono mossi come “acrobati”, senza rete, ossia senza strumenti, sul filo teso delle loro voci. È un lavoro eterogeneo che dimostra un discreto eclettismo da parte del quintetto vocale, che spazia da alcune note hit del pop dei nostri giorni, come “Stay with me” di Sam Smith, “Other people” di Lp, alla rilettura di importanti pagine della musica moderna, come “Piccolo Uomo” di Mia Martini o “Je ne regretted Rien” di Edith Piaf. Presenti nel disco anche Patty Pravo con la sua “Pensiero Stupendo” e Loredana Bertè con l’indimenticabile “Ninna Nanna” di cui il gruppo ha già realizzato in passato due videoclip.

Tra le otto cover, due si distinguono per la loro particolarità: il mash up “Eye of the Tiger / Un’ emozione da poco” (celeberrima canzone dei Survivor scritta per la colonna sonora del film Rocky che si incontra, qui, con uno dei pezzi più famosi di Anna Oxa, firmato da Ivano Fossati) e il brano intitolato “La Serpe a Carolina”, canto giacobino scritto a Napoli nel 1799, durante la rivoluzione partenopea. Il primo ha un impatto decisamente rock valorizzato da un sound dal sapore elettronico, mentre, nel brano napoletano, i Cherries mettono a frutto l’ esperienza maturata nel folk con Ambrogio Sparagna, rileggendo in maniera molto personale la celebre “ngiuriata a l’ex Regina ‘e Napule” , di cui una delle interpretazioni più autorevoli venne data, negli anni 70, dalla Nuova Compagnia di Canto Popolare.

Un cielo dunque vasto, potremmo dire, quello in cui si sono mossi i Cherries on a swing set, che hanno voluto omaggiare con questi “ritratti” le stelle che hanno incontrato. Tutti gli arrangiamenti sono stati curati da Stefano Benini, basso e beat boxer del gruppo. Il disco è stato registrato e mixato allo Studio Panidea di Alessandria da Paolo Novelli, mentre l’ artwork originale è stato realizzato da Chiara Luzi. Un lavoro accurato di arrangiamenti, esecuzioni e suono che merita senz’altro l’attenzione di un pubblico sempre più ampio. Un’ ottima idea per regalarsi o regalare della buona musica a Natale. Across the sky, il primo disco dei Cherries on a swing set!

CHERRIES ON A SWING SET – Biografia

I Cherries on a swing set sono un quintetto vocale a cappella. Il loro percorso nasce ad Orvieto nel 2009, ma velocemente il gruppo si fa apprezzare in molte città italiane e anche all’estero, esibendosi spesso in importanti live club (Stazione Birra, Alexander Platz e Teatro Centrale Carlsberg – Roma), ed in festival di rilievo (Sanvalentino Jazz – Terni, Umbria Folk festival – Orvieto, Festa Europea della Musica – Roma, Solevoci – Varese, Musica Riva Festival – Riva del Garda, Etruria Musica – Tarquinia, Festival della Letteratura – Mantova, Vocalmente – Fossano), Italian Festival Thailand (Bangkok). Hanno avuto vari riconoscimenti, tra cui il secondo premio al Winter Vocal International Competition di Pinerolo (TO), nel 2014.

Nel 2015 hanno vinto il Premio Voceania. Hanno collaborato spesso con Ambrogio Sparagna con cui sono stati protagonisti di molti spettacoli (ricordiamo l’ Ottobrata Romana 2013 all’Auditorium Parco della Musica di Roma) e con altri artisti importanti. Il repertorio del gruppo, principalmente pop/rock, spazia dai classici degli anni ’50, fino alle hit dei giorni nostri, proponendo, di tanto in tanto, generi alternativi come lo swing, il folk o la rilettura di pagine famose della musica classica.

Accross the sky

data di rilascio: 11 dicembre

genere: a cappella/pop/classic/folk

Track list:

1)The Hunting

2)Other People

3)Stay with me

4)Pensiero stupendo

5)La serpe a Carolina

6)Eye of the tiger/Un emozione da poco

7)Ninna Nanna

8)Je ne regrette rien

9)Piccolo Uomo

10)L’Equilibrista

Line up:

Sara Paragiani – Soprano

Veronica Troscia – Soprano

Chiara Dragoni – Alto

Daniele Batella – Tenor

Stefano Benini – Bass & Beat Box

Vittoria Iannacone in tour da Gennaio in Australia

Posted: 11th dicembre 2017 by allmusicnews in MUSICA
Tags:

vittoria iannacone

Dopo il discreto successo del singolo “Al centro”, canzone che vanta le firme di autori del calibro di Marco Colavecchio, Andrea Amati e Fabio Vaccaro e per molte settimane presente nelle indie charts italiane, nel mese di gennaio 2018 l’artista molisana Vittoria Iannacone sarà impegnata con una nuova esperienza musicale, affronterà il suo primo mini tour all’estero precisamente in Australia, l’artista partirà dall’ italia il 29 gennaio per l’Australia,  insieme al suo chitarrista Antonio Allegro, dove affronteranno un mini tour di circa 4 date, le prime due già previste per il 2 Febbraio e la seconda per il 9 Febbraio saranno svolte nella città di Adelaide, l’artista sarà trasmessa in diretta da due grani emittenti radiofoniche italiane che sono in Australia, per cui sarà possibile seguire i concerti in streaming e ovviamente sulle pagine ufficiali social di Vittoria Iannacone, dove verranno trasmessi video live in diretta.

Vittoria: “Ringrazio la comunità molisana di Adelaide con a capo il presidente Steve Maglieri per l’accoglienza in Australia”.

 Biografia
La storia di Vittoria Iannacone è quella di un’ autentica musicista che inizia a studiare nel 2002 presso il Conservatorio Lorenzo Perosi di Campobasso, sua città natale. Si avvicina dapprima al violino e poco dopo al pianoforte; decide poi di ampliare il bagaglio culturale del suo percorso iniziando a studiare canto. Quest’ultima passione le fa intraprendere un percorso alternativo, fatto di band ed esperienze live “on the road” per la sua regione e non solo.

Nel 2005 il primo riconoscimento è legato al concorso “Videofestival Live”, dove Vittoria raggiunge le semifinali nazionali. Nel 2007 partecipa alle selezioni di ” Amici ” di Maria di Filippi, per poi prendere parte l’anno successivo al “Festival di Saint Vincent” classificandosi alle finali nazionali. Nello stesso anno partecipa alle selezioni di “X-Factor” e alla trasmissione televisiva ” il Treno dei Desideri ” di Antonella Clerici su RAI 1.

Nel 2009 partecipa di nuovo al “Festival di Saint Vincent” classificandosi ancora in finale e realizzando così con la Master-Track di Torino un suo brano inedito intitolato “Vivi” e il suo primo video, visibile anche sul sito www.moviebook.it  .

Nel 2010 è ancora la volta delle selezioni per Amici Di Maria  De Filippi, dove affronta diverse selezioni arrivando agli stage finali.

Nel 2011 partecipa al concorso Una Voce per Sanremo classificandosi al secondo posto. Nello stesso anno partecipa ad Area Sanremo e poi alle successive selezioni su facebook di Sanremo Social come candidata alla sezione Sanremo Giovani 2011/12 con il brano intitolato “Come posso fare ad amarti” (scritta da Diego Calvetti e Marco Ciappelli). Nel 2012 partecipa alle selezioni di Castrocaro arrivando alle semifinali trasmesse in seconda serata su Rai Uno.

Sempre nel 2012  si ripresenta ai casting di Amici arrivando fino al 4° provino prima della puntata.

La svolta arriva con la collaborazione discografica nel 2014 con l’etichetta Mapa Music di Carlo Scalzo professionista canadese che crede nell’artista e decide di investire sul suo progetto. Inizia cosi una collaborazione con diversi produttori artistici e autori del panorama musicale italiano tra cui, Mario Lavezzi, Umberto Iervolino, Maurizio Fabrizio e, infine, Diego Calvetti, attuale produttore artistico che ha arrangiato il suo primo singolo intitolato “E’ colpa tua”. Dal 2014 al 2016 inizia un percorso di live con band della sua regione. Nel 2016 inoltre inizia una collaborazione con Claudio Poggi produttore di Pino Daniele e Diego Calvetti produttore di artisti come Bianca Atzei, Noemi ecc producendo con il sostegno dell’etichetta MAPA MUSIC di Carlo Scalzo  il primo singolo di debutto E’ Colpa tua che verrà pubblicato il 17 ottobre del 2017. Nello stesso anno a distanza di tre mesi pubblica un altro singolo dal titolo Ansia scritto dalla stessa Vittoria Iannacone in collaborazione con un altro coautore Alberto Capasso

Sotto edizioni di Sandro Giacobbe. Nel marzo del 2017 inizia una nuova collaborazione con un nuovo produttore artistico Marco Colavecchio attuale produttore, realizzando con lui il brano dal titolo Al Centro pubblicato l’11 agosto e acquistando un ottimo successo classificandosi in vetta alle classifiche nazionali delle classifiche  di air play etichette nazionali  indipendenti, inoltre attualmente l’artista è in tour con Paolo Vallesi  in apertura dei suoi concerti e duettando con lui due brani molto famosi dell’artista come C’E’, e Pace brano scritto dall’autrice Amara e duettato a Sanremo 2017 dallo stesso Paolo Vallesi e Amara