Antonella Rocca in radio con il nuovo singolo “Soli io e te”

Posted: 10th dicembre 2019 by allmusicnews in MUSICA

79215232_1203852746468621_3145572693982576640_n

Dal 6 Dicembre in radio il singolo della cantautrice siciliana Antonella Rocca “Soli io e te”, brano autobiografico che parla di un uomo e di una donna che dopo un periodo di crisi, riescono a superare quella nuvola tempestosa, abbandonandosi nei ricordi di un amore che alla fine trionfa. Gli arrangiamenti sono a cura del M° Luigi Pignalosa (tra le collaborazioni Mina, Audio2, Ivana Spagna, ecc..), con il quale la cantante, scoperta dall’ Avv. Concetta Petti e dal M° Vincenzo Capasso al Meeting Internazionale dello Spettacolo nel 2016 a Sorrento, ha cominciato un percorso artistico per la realizzazione del suo primo album.

“Ho fatto tantissima gavetta, esperienze che mi hanno fatto prendere confidenza con il palco, ho fatto parecchi contest come X Factor, Castrocaro categoria senior dove sono stata semifinalista, premio The Voice a San Remo Doc 2015. Ma tanti eventi canori anche in Sicilia, Pop Music dove ho conosciuto Franco Morgia, Francesco Ferro e l’Orchestra del Maestro Gino Finocchiaro e tantissimi altri. Attraverso queste performance, riprendo un vecchio pezzo da me scritto, -Soli io e te- e grazie a Luigi Pignalosa arrangiatore, il Maestro Daniel Zappa che mi ha permesso di partecipare per la seconda volta al Festival di Mascalucia, dove ho conquistato il premio della Critica come miglior interpretazione categoria senior miglior testo e musica e miglior presenza scenica. Il Festival di Mascalucia mi ha portato fortuna! Maurizio Casella il Direttore Artistico che, saluto e ringrazio per la sua grande professionalità, così come ringrazio dal profondo del cuore il grande Maestro Enzo Campagnoli, che grazie al brano mi ha presentata alla quarta edizione di Sanremo Senior, dove ho conquistato la terza posizione categoria cantautori inediti con una giuria di qualità di altissimo livello. Infine un grazie al mio maestro di canto Pino Costa, che mi ha portato ad avere questi risultati vocali”.

Prossimi impegni l’ 8 Febbraio 2020 al Sanremo Discovery con Roberto Rossi (presidente Sony) ed il 9 Febbraio al concorso “Promuovi la tua Musica” a Genova, contest per talenti emergenti.

 

 

78482972_436180053959753_4825333299641581568_n

 

Da Venerdi 6 Dicembre in tutti i digtal store e nelle radio italiane “Bellezza collaterale”, il nuovo singolo del cantautore campano Antonio Braccolino, brano che nasce da una riflessione in merito all’assenza, a tutti quei momenti in cui qualcosa non c’è: “alla bellezza collaterale dell’assenza”.

Il testo e la musica portano la firma di Giole Di Tommaso, la produzione musicale invece è di Mario Tortoriello. Il brano, registrato presso lo Studio Magic Sound di Salerno, è un vero e proprio crescendo musicale ed emotivo, che vuole porre l’attenzione sulla capacità di accogliere persino un imprevisto, un effetto collaterale della Vita.  Ma soprattutto la canzone è un’esortazione al “tornare”, perché troppe volte l’assenza di qualcosa è il risultato dell’ostinarsi a calcolare e il non vedere ciò che invece già c’è, già è: “che alla felicità non si arriva, ci si deve soltanto tornare!”.

Per il videoclip, la sceneggiatura è di Agostino Devastato, la regia è di Mario Sposito.

La produzione artistica ed esecutiva dell’intero progetto è di Antonio Braccolino.

Antonio Braccolino è nato a Napoli, ma cresce e vive tutt’ora in Provincia, a Brusciano.

Intraprende giovanissimo lo studio della Musica e si Diploma in Canto presso il Conservatorio G.Martucci di Salerno. Ha mosso i suoi primi passi nel mondo della Musica Classica, prendendo parte a diversi spettacoli musicali, tra le produzioni più importanti quella con i Laboratori Artistici del Teatro S.Carlo di Napoli  e l’Opera di Parigi. Attento alla scrittura musicale contemporanea, ha cantato per varie prime esecuzioni assolute di Compositori italiani. Attualmente è seguito dal Vocal Coach Francesco Ruocco e nella costante ricerca di nuove forme espressive è arrivato al suo primo singolo “Bellezza collaterale” che segna anche l’inizio professionale in questo nuovo genere musicale.

1

La band piemontese MaxOil in radio e nei digital store dal 29 Novembre con il singolo “Pensiero liquido”, primo estratto dall’ album “Prigioni Sonore”, prodotto da Gianluca Nardelotto & MaxOil presso PLAY snc (Bricherasio – TO). Il brano parla di come il protagonista proietti le proprie speranze di salvazione in un incontro, fortuito con la persona che poi diventerà il proprio partner. Nello sviluppo del brano si fronteggiano la schiettezza del protagonista, l’irruenza delle sue parole, la propensione all’esporsi in prima persona alla ricerca dell’amore, della passione…in contrapposizione alla iniziale timidezza del co-protagonista, alle sue esitazioni, dubbi e paure. Nel videoclip, regia di Rocco Marando, sia protagonista che co-protagonista sono due ragazze: la protagonista è una chitarrista da strada, che nell’intento di trovare un luogo adatto in cui sistemarsi con la sua chitarra, incrocia casualmente lo sguardo di una ragazza e se ne innamora a prima vista. Le due ragazze avranno modo di ritrovarsi in città e non si lasceranno scappare l’opportunità di rivedersi. Mixato da Mauro Tavella & MaxOil, mastering di Alberto Macerata. Maxoil sono: Fabio Balmas (voce), Gianluca Nardelotto (chitarra), Gian Mario Gillio (piano e tastiere), Enrico Battaglino (batteria), Alberto Macerata (basso).

LE ORIGINI (dagli anni ’90 al 2000)

Nati e cresciuti in provincia di Torino, i MaxOil si formano nei primi anni ‘90 tra i banchi del liceo, attivi fino al 2000, poi uno stop di 16 anni fino al 2016, anno della reunion e avvio dell’era MaxOil 2.0.

L’esordio discografico risale al 1993 con il primo demo-tape contenente 5 brani autoprodotti in lingua inglese, a cui seguono nel 1995 le compilation “Fafnir” by Kaliphonia (MI) e “Mostra i muscoli della musica” by Acqued8 (TO) nel 1996, anno che segna un importante cambio di formazione ed il passaggio esclusivo alla lingua italiana. Seguono 3 anni intensi dal punto di vista compositivo e di esibizioni live, fino allo stop del 2000. Tra i momenti più significativi della prima parte della storia della band, la vittoria del Festival della canzone italiana di Manta, Emergenza Rock, la finale di Arezzo Wave, l’apertura a concerti di band note a livello nazionale.

 

LA REUNION (dal 2016 ad oggi): Il 2016 è l’anno della reunion, con 4/5 della band originale, celebrata con il concerto “MaxOil 2.0” a cui sono seguiti, a partire dal 2017, una serie di live, radio show case e partecipazioni a contest e festival a livello nazionale tra cui Rock Targato Italia, SanJorio e il Fiat Music di Red Ronnie. Nel settembre 2019 la band sottoscrive un contratto con la label Materiali Musicali a cui segue la pubblicazione, sia fisica che digitale, dell’Album “Prigioni Sonore” contenente 14 brani pop-rock di matrice “underground”. L’Album è anticipato dall’uscita del primo VideoClip sulle note del singolo “Pensiero Liquido”.

 

Il PROGETTO: Ai fini della promozione dell’Album “Prigioni Sonore” i MaxOil sono pronti e disponibili in live con un concerto di oltre 1 ora e mezza, ed alla partecipazione in trasmissioni radio e televisive, anche eventualmente in versione unplugged.I MaxOil stanno altresì già lavorando alla composizione di nuovi brani.

1

“Frutti del sistema”, nei digital store dal 26 Novembre, è la nuova canzone del cantautore romano Niccolò Battisti, dal contenuto fortemente ironico che racconta in modo appositamente provocatorio una certa tendenza socio-psicologica di omologazione e spersonalizzazione dei giovani, dovuta a diverse cause tra cui la crescente necessità di rivestire dei canoni comportamentali imposti dal sistema e dai media.

Niccolò Battisti nasce a Roma il 26 novembre 1993. Si diploma con lode in ​Scenografia presso l’​Accademia di belle Arti di Roma dove consegue attualmente un biennio di specialistica. Il suo percorso musicale comincia all’età di 9 anni, quando inizia a studiare chitarra classica e proseguirà frequentando la scuola media inferiore ​Winckelmann di Roma per approfondire la conoscenza dello strumento al fianco del Prof.  Stefano Mingo. Dopo alcune esibizioni, nel 2013 partecipa alle selezioni di ​Area Sanremo presentando ​L’azzurro, suo secondo singolo. Nello stesso anno frequenta un corso di approfondimento di scrittura,  presenza scenica ed arrangiamento presso il CET di Mogol. Nel 2015 pubblica il suo primo album dal titolo ​Acqua che brucia edito dall’etichetta discografica ​Hydra Music e seguirà nel 2016 la pubblicazione del nuovo singolo ​Polvere. Nel 2017 realizza un nuovo album con l’etichetta discografica​ Cantieri Sonori. Al termine dello stesso anno partecipa alle selezioni di ​Sanremo Giovani presentando il brano “Bacco, perbacco e Venere” che pubblicherà in seguito. Nel 2018 partecipa nuovamente alle selezioni di ​Sanremo Giovani con il brano “Frutti del sistema”. Nel 2019 inizia una collaborazione con il Produttore Gianni Testa con il quale realizza quattro brani inediti.