ALBUM 2017

“A girl named Hope”, in radio dall’ 11 Maggio, è il terzo singolo della band toscana Predarubia, estratto dall’ album “Somewhere Boulevard”. Sembra una canzone d’amore, di speranza, ma in realtà parla di dipendenze e lo fa proprio nell’ingannevole modo in cui le dipendenze ci appaiono, nella visione distorta e romantica che abbiamo di esse.

“Quando incontri Hope, se incontri Hope, ti ammalia, te ne innamori, le credi illudendoti che le sue promesse, quello che noi facciamo a noi stessi, siano vere” 

I Predarubia saranno ospiti al Pistoia Blues Festival il 14 Luglio, in apertura del concerto di Steve Hackett (ex Genesis).

“Somewhere Boulevard” è l’album che ha segnato l’esordio discografico dei Predarubia. In radio i due singoli estratti “RIP” e “One day”.

One day (premiato da Vuemme Tv come Miglior video indipendente) racconta l’amore carnale e spirituale. Il desiderio, la scelta ed il bisogno di essere lì a contatto con quell’amore, ed essere, un istante dopo, in fuga da esso: altrove e distanti, o chiusi in se stessi ugualmente distanti. Rip invece è un brano che parla dell’esigenza di esserci, di arrivare prima mostrando finto cordoglio per una morte che spesso non è realmente avvenuta. L’ album contiene 11 pezzi inediti di rock in purezza , venuti alla luce nell’arco dell’ultimo anno di lavoro e sono il racconto in parole e musica del viaggio intrapreso fino a qui dalla band: Il rock nella sua essenza, l’insana idea che il mondo si possa cambiare con le canzoni, che si possa migliorarlo e che il rock and roll possa veramente salvarci. L’album è edito ad opera de LATLANTIDE  e  distribuito nei principali digital store e nei negozi di dischi da EDEL.

La rock band toscana formatasi  nel 2013, è composta dal cantante Giuseppe Pocai, dal bassista Luca Mori, dal chitarrista Massimo Triti e dal batterista Zivago Anchesi.

 

You must be logged in to post a comment.